Marcobenessere | Servizi
70
page,page-id-70,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Servizi

MASSAGGIATORE SPORTIVO trattamenti SHIATSU

Per gli atleti e per chi vuole stare bene

I servizi di cui potrete usufruire:

  • Trattamenti riabilitativi post trauma.
    Contratture, strappi, dolori in genere.
  • Trattamenti specifici per attività sportive.
    Assistenza agli sportivi durante il periodo gare o tutta la stagione; come singoli, squadre e/o società.
  • Trattamenti di riallineamento muscolo scheletrico.
    Dopo un trauma spesso bisogna riallineare lo scheletro.
  • Trattamenti d’affiancamento alle terapie farmacologiche.
    Il periodo di cura con farmaci può essere  integrato con trattamenti specifici per migliorarne la fase curativa.
fotolia_113647543
fotolia_119546639_s-ok
  • Trattamenti di rilassamento psicofisico.
    Rilassamento da stress o da semplici tensioni emotive, migliorando la qualità del sonno e dell’umore
  • Attività psico motivazionale.
    Si individuano le specificità personali comportamentali e logiche mentali,cosicché si lavora sulle dette, per migliorare il complesso ATLETA o SQUADRA.
  • Preparatore atletico, personal trainer.
    Attività specifiche per atleti o amatori
  • Organizzazione eventi con campioni mondiali e olimpionici, con lo scopo di divulgare e promuovere lo sport e il concetto di sportivo.
    Senza alcun scopo commerciale.

Cos’è lo shiatsu

È una tecnica orientale che si occupa del riequilibrio fisiologico del corpo; è molto simile all’agopuntura, ma non vi è l’uso di aghi.

Lo shiatsu prevede pressioni con le dita, normalmente col pollice, su determinati punti  e lungo percorsi ben precisi, chiamati MERIDIANI. Si stimolano così le terminazioni nervose, l’irrorazione sanguinea dei tessuti e si favorisce lo scioglimento dei fasci muscolari. Questa tecnica è anche denominata stimolazione dell’auto guarigione.

Dove agisce lo shiatsu: livello muscolare – scheletrico, fisiologico – emotivo.

Muscolare – scheletrico

Si interviene su tutto ciò che riguarda le sofferenze muscolari: dall’ eccesso di lavoro a qualsiasi trauma.

Il riallineamento scheletrico si ottiene, o per azione meccanica attraverso manovre specifiche  o per azione naturale. Quest’ultima, però, avviene solo successivamente ad uno scioglimento adeguato della muscolatura che si manifesta o durante il sonno o in seguito a movimenti quotidiani che portano al classico schiocco delle articolazioni.

L’utilità per lo sportivo

La tecnica dello Shiatsu ormai è utilizzata da tutti i più grandi atleti e personaggi del mondo sportivo, dall’ automobilismo, al motociclismo, all’arrampicata sportiva, al triathlon, all’Ultra-Trail, alle squadre serie A di pallavolo.

Lavorando sull’equilibrio del tono muscolare di tutto il corpo, se ne migliorano le prestazioni, in quanto un muscolo rilassato senza contratture è nella condizione ottimale per esprimere il suo potenziale e ugualmente, non avendo alcuna sofferenza, si migliorano notevolmente i tempi di recupero dall’affaticamento dell’allenamento o della gara.

A seconda delle necessità si può utilizzare come preparazione pre-gara, post-gara o  come assistenza e mantenimento per tutta la stagione agonistica, individuando le specificità per ogni attività sportiva o periodo di preparazione.

Fisiologico – emotivo

Questi due ambiti sono molto spesso correlati, in quanto alcuni stati di sofferenza fisica dipendono da stati emotivi che riescono ad influire sul nostro benessere. Infatti anche nelle espressioni popolari gli organi sono abbinati a stati emotivi (“avere il fegato che scoppia” per indicare una arrabbiatura; “morire di crepacuore” quando le tensioni sono alte e durevoli; “ far mancare il fiato” quando si provoca uno stress).

 

 Si interviene su:

  • Stomaco: problematiche digestive e bruciori; ernie iatali; rigurgito esofageo; emicranie che si presenta nella parte frontale della testa (Lo stomaco è il primo elemento che viene coinvolto in conseguenza a una forte emozione come l’innamoramento o l’ arrabbiatura).
  • Intestino grasso: problemi di stitichezza; colon irritabile; emicranie che si presentano in senso diffuso (L’intestino corrisponde emotivamente al saper lasciare andare le emotività).
  • Intestino tenue: manifestazioni legate alle intolleranze alimentari.
  • Reni: ritenzione idrica; sofferenze lombari; coliche (I reni rappresentano il coraggio e la determinazione).
  • Polmoni: alcune manifestazioni allergiche. (Importante è la valenza emotiva in quanto i polmoni sono la “porta” di collegamento tra il nostro io interiore e l’esterno.).
  • Fegato e vescica biliare; fegato gonfio; fegato “grasso”; ciclo mestruale; emicranie che partono da sopra l’occhio o dalla nuca. (Il fegato è il secondo stadio dell’accumulo delle tensioni emotive).
  • Ovaio: ovulazione dolorosa; ciclo non regolare; pre-ciclo sofferente; ciclo tropo lungo o troppo breve.
  • Pancreas-Milza: problematiche legate alla digestione, al ciclo mestruale, all’assimilazione alimentare.
  • Cuore e mastro del cuore: manifestazioni principalmente legate all’emotività come la tachicardia; qualche situazione legata all’ipertensione. (Il cuore emotivamente è l’ultimo stadio dell’accumulo delle emotività).

Emotivo

Tutto ciò che riguarda l’emotività, stati di agitazione, nervosismo , sonno alterato, semplice rilassamento.

Come indicato qui sopra; il tanto famigerato STRESS.

Per gli stati di forte sofferenza emotiva: attacchi di panico, stati di ansia e depressivi, si riesce a dare un forte contributo e in molti casi guarire o comunque trovare un ottimo compromesso personale di benessere.

Dove è consigliata:

su tutti i pazienti a qualsiasi età  dal bambino piccolo sino all’anziano; certo, i tempi di recupero e l’efficacia sono molto differenti, nel bambino con una o due sedute si arriva alla guarigione, con l’anziano normalmente si comincia ad avere beneficio dopo la terza quarta seduta.

Lo shiatsu è indicato ove lo stato di malattia non si è ancora cronicizzato e dove la patologia non sia ad uno stato troppo avanzato e solo la medicina convenzionale può agire.

Negli stadi avanzati dove è solo utile la classica cura farmacologia, si può integrare con lo shiatsu come coadiuvante o come ulteriore supporto alla fase di convalescenza.

GRANDI TRAUMI

MBS ha esperienza e competenza nel valutare l’approccio riabilitativo più opportuno, affinché si possa ritornare alle attività quotidiane quanto prima e al meglio.

Nei traumi importanti dove vi sono contemporaneamente più problematiche da risolvere, il periodo riabilitativo spesso si avvicina a un anno.

Durante questo periodo, che sempre ha avuto un decorso post operatorio, le attività di riabilitazione sono molteplici e devono essere monitorate con cura.

Prima fase sarà riattivare la mobilità articolare (se il trauma coinvolge articolazioni), poi in progressione ripristinare la muscolatura e il suo tono muscolare, contemporaneamente al  sistema circolatorio.

In questa fase di riattivazione della parte traumatizzata, si procede già a una attività di manipolazione con massaggi per verificare lo stato muscolare e agevolare il drenaggio dei liquidi della parte interessata.

Successivamente si comincia a valutare una fase di programmazione progressiva di lavoro sulla struttura muscolare con programmi specifici per il tipo di trauma e di fasce muscolari coinvolte. In questo modo i muscoli vengono sollecitati per ripristinare la loro massa e il tono.

A questo punto il lavoro procederà in progressione, sino al ripristino totale della parte interessata dal trauma. Contemporaneamente si effettuerà tutta la parte di manipolazione con massaggi per agevolare la guarigione dell’intero apparato muscolo scheletrico. Come conseguenza, di norma, anche il sistema linfatico (gonfiori localizzati) sarà ripristinato.